Lettori fissi

venerdì 27 giugno 2014

SANT'ANNA NON SOLO ACQUA

Buonasera a tutti quando abbiamo voglia di bere la prima cosa che desideriamo per dissetarci al meglio è l'acqua; a livello nutrizionale tutti i medici raccomandano di berne al meno due litri al giorno, essa non solo favorisce la diuresi ma aiuta anche molte malattie metaboliche e ripristina tutti quei sali minerali che spesso mancano nella normale alimentazione.



Acqua Sant'Anna, bio bottle  nasce con lo stesso principio con cui è nata Sant’Anna, scegliendo  una bottiglia che non contiene petrolio: non solo per rispettare l’ambiente, ma per il benessere di tutti, a partire dai nostri bambini.  





Disponibile in vari formati




L'ETICHETTA:
  • Nitrati 1.1 ( La presenza nell’acqua di nitrati, composti a base di azoto e ossigeno, è frutto di una modificazione dell'ambiente indotta dall'uomo: eccessiva concimazione del suolo con fertilizzanti chimici, forte concentrazione di capi di bestiame in piccoli appezzamenti, dispersione nel sottosuolo degli scarichi civili o industriali. In breve, inquinamento in prossimità della sorgente. L'acqua   Sant’Anna si trova a 1.950 metri d’altezza, nel cuore delle alpi piemontesi: non ci sono insediamenti industriali, non ci sono campi concimati, non ci sono pascoli intorno, non c’è nulla, salvo l’acqua che sgorga.)
  • Sodio 1.7 (Il sodio è fondamentale per il buon equilibrio del metabolismo idrico dell’organismo: se assunto in eccesso, trattiene acqua all'interno dei tessuti e blocca il corretto scambio di liquidi tra la cellula e l'esterno, provocando così ritenzione idrica. Per le diete povere di sodio sono consigliate acque minerali con tenore di sodio inferiore ai 20 milligrammi per litro: Sant’Anna ne ha solo 1,7.)
  • Residuo fisso 23.8 ( Il residuo fisso, parametro fondamentale per determinare la leggerezza di un’acqua minerale, consiste nella quantità di sostanze inorganiche presenti nell’acqua ed è normalmente espresso in milligrammi per litro: si ottiene facendo evaporare l’acqua a 100 °C, con successiva essicazione a 180 °C. 
    Il residuo fisso di Sant’Anna è pari a 22,3 milligrammi: ecco perché è molto leggera.)
  • La durezza 0,6 ( Con il termine ‘durezza’ si intende il contenuto di sali di calcio e di magnesio nell’acqua. I sali di questi due elementi sono causa, in soluzione, di incrostazioni, che si presentano dure e compatte.  La legge non prevede l’obbligo di dichiarare la durezza sull’etichetta, molte  acque,  non la riportano: Sant’Anna sì. Ed è davvero basso: solo 0,6 gradi francesi.)


Un  vero  infuso di thé,  in confezioni da  da un litro e mezzo,   nelle bottiglie da mezzo litro e nei bicchierini da 200 ml, comodi da portare con se!   Preparato secondo la tradizionale infusione in acqua calda delle foglie della pianta. Senza conservanti e coloranti!

Vediamo insieme i gusti che trovate disponibili:




GUSTO LIMONE




GUSTO PESCA




THE'VERDE 



DETEINATO IN VERSIONE LIMONE E 

PESCA.

 
"La mia esperienza":

In casa siamo in 4 e consumiamo abitualmente il thè questo di Sant'Anna non l'avevamo mai "provato ed è stata una piacevole "sorpresa" per gusto, qualità e praticità di queste confezioni, adatte per i miei figli che praticano sport oppure per una pausa rinfrescante, l'etichetta è chiara e per me ho scelto di riacquistare quello verde!



LA NOVITà...

SanFruit Sant’ Anna non c'è trucco è tutta polpa e succo.

Senza conservanti, senza coloranti e senza glutine; per tutti gli amanti di una bevanda a base di frutta sciolta in acqua purissima!







Pesca, albicocca e pera i gusti attualmente disponibili, quello apprezzato dai miei figli è stato quello a pera fresco, digeribile in cui il sapore del frutto si percepisce già dal primo sorso.






Diventa fan su facebook qui





  
  

martedì 24 giugno 2014

RISO TONNO E POMODORI

Buonasera a tutti, se avete voglia di un primo piatto estivo, leggero e rinfrescante vi propongo questo riso che è una valida alternativa alla classica insalata.

  

INGREDIENTI:
500 gr di riso carnaroli  Az. agricola Musso,
5 pomodori per insalata,
1 vasetto di filetti di tonno Callipo,
una manciata di pisellini,
2 cucchiai di maionese,
sale iodato grosso di Gemma di mare.

SEGUITEMI...

Cuocete il riso in abbondante acqua salata, scolatelo e fatelo raffreddare a temperatura ambiente.


Nell'insalatiera dove il riso si sta raffreddando aggiungete la maionese e mescolate velocemente.


Lavate e tagliate a dadini i  pomodori e versateli nel riso, mescolate affinché il riso si insapori.


A questo punto aggiungete i filetti di tonno, sminuzzati precedentemente con una forchetta.



Completate il piatto con i pisellini e servite!!!




Buon appetito!!


lunedì 23 giugno 2014

TONNO CALLIPO LAVORAZIONE COMPLETAMENTE ITALIANA

Buongiorno e ben ritrovati, l'estate sembra, finalmente, arrivata; la voglia di mare è tanta ma anche il desiderio di mangiare pasti semplici, freschi e nutrienti è aumentato! A pranzo o cena basta poco: insalate, grigliate all'aria aperta e naturalmente tonno, pomodori e riso, il miglior connubio per restare in forma e mangiare sano!!!
Abbiamo in Italia la fortuna di avere delle aziende che propongono dei prodotti sani e genuini, ma soprattutto sicuri dati i controlli e le materie prime utilizzate. Tra le tante che ho ospitato nel mio blog, oggi, voglio attirare la vostra attenzione su Tonno Callipo, che dal 1913 è presente sulle nostre tavole con l'ottimo tonno del Mediterraneo.

 

La lavorazione è svolta in Calabria da 100 anni; con una attenzione particolare rivolta alle materie prime ed al mantenimento delle tecniche  tradizionali.

Callipo 100

 

"DA SAPERE"
Il tonno viene congelato intero a bordo dei pescherecci e trasferito nello stabilimento di Maierato (VV) dove vengono effettuati i necessari controlli documentali e di qualità. 
Successivamente, dopo lo scongelamento che viene effettuato attraverso flussi di acqua corrente a temperatura ambiente, il tonno viene avviato alla linea di sezionamento, tagliato e poi lavato.
Il tonno viene cotto a vapore per mantenere inalterate le caratteristiche organolettiche e i valori nutritivi. Il tonno viene poi raffreddato, trasferito nelle celle di condizionamento ed asciugato a temperatura controllata.
Il tonno cotto viene trasferito al reparto monda dove è sottoposto all’attenta pulitura ed alla selezione qualitativa, affidata, come un tempo, alle donne.




L'azienda mi ha inviato: 
Filetti di tonno all'olio di oliva in vasetto di vetro.


Tonno al naturale , in vasetti di vetro disponibili da 80 e 160 gr. 


Filetti di alici, in vasetti di vetro lavorate  a mano.


Per primi, un preparato buono e completo per chi ama un primo piatto saporito e gustoso.


Le Rustiche, in vasetti adatte ai primi piatti oppure da servire con antipasti.


Con tonno, rapidi vasetti per un secondo sfizioso e leggero.



I prodotti disponibili non finiscono qui....


Bottarga











Filetti di Salmone





Avete voglia di provarli e non sapete come fare???



Facile e conveniente, oggi, l'azienda mette a disposizione uno shop on line dove, con un semplice click,  i prodotti arriveranno direttamente  a casa vostra qui.



Diventa fan su facebook  qui, scoprirai ricette, promozioni e tanto altro!




Ringrazio l'azienda per la gentile collaborazione. 




venerdì 20 giugno 2014

TAST UNA SOLUZIONE PER OGNI ESIGENZA


Buonasera ho il piacere di ospitare nel mio blog Tast es, un'azienda che distribuisce prodotti per la ristorazione usa e getta; alla base di tanto successo c'è un gruppo di esperti professionisti che ogni giorno lavorano per offrire ai propri clienti qualità, sicurezza ed una vasta gamma di articoli adatti ad ogni tipo di esigenza professionale e non!


 

Design curato nei minimi particolari, adatti ad ogni tipo di alimento e per specifiche situazioni quali: catering, degustazioni, pranzi e cockatail....,  materiali di prima qualità tutti con un brevetto custodito e realizzato in 30 paesi da Bardolet  & Co. 



Il colore bianco o nero rendono il tutto particolarmente elegante....


Per piccole degustazioni da portare a tavola e sorprendere i vostri ospiti.


Come potete vedere il mondo TAST è vario ognuno può trovare quello più adatto, tutto è lavabile in lavastoviglie.


L'azienda sarà presente nel mio blog ed accompagnerà le mie ricette, esse saranno graziosamente presentate!
Quindi non vi resta che seguirmi e scoprire come li ho utilizzati!!!


Prima di lasciarvi vi invito a seguirli qui su Facebook.



Grazie

mercoledì 18 giugno 2014

ARANCINI DI RISO

Propongo, oggi, nel mio blog gli arancini di riso, semplici timballi  che potete farcire con gli ingredienti che più vi piacciono;  quelli base sono solitamente fatti con carne macinata e pomodoro, io amo invece riempirli con salumi e formaggi perchè graditi da tutti in famiglia.




Ingredienti:
500 gr. di riso Carnaroli Az. Agricola Musso,
50 gr. di formaggio parmigiano,
1 cucchiaino di zafferano,
3 uova,
50 gr. di burro,
sale fino iodato Gemma di mare.
RIPIENO:
100 gr. di piselli,
cipollina,
100 gr. di prosciutto cotto,
150 gr. di fior di latte o scamorza,
1 uovo 
pane grattugiato,
olio per friggere.

FASI:

Cuocete il riso al dente in abbondante acqua salata, scolatelo e fatelo raffreddare. 



Nel frattempo rompete le uova, salatele ed aggiungete lo zafferano. Questo composto dovrà essere mescolato al riso, amalgamate ed incorporate il formaggio ed il burro.



Iniziamo a questo punto a preparare i nostri arancini; preparatevi nelle ciotoline o piattini le vostre farciture così avrete tutto a portata di mano.












Passateli prima nell'uovo e poi nel pan grattato dategli la forma che più vi piace!!!




Ed eccoli pronti per essere fritti, per 500 gr. di riso vengono all'inciraca 12/13 arancini di media grandezza.


Preparate la padella per friggerli l'olio deve essere ben caldo, vi ricordo che il riso all'interno dell'arancino è già cotto quindi fateli dorare su tutti i lati ma non necessitano di una lunga cottura.



Scolateli e fate assorbire l'olio in eccesso su carta assorbente per cucina.



Servite caldi ma non troppo!



Alla prossima.......