Lettori fissi

martedì 30 aprile 2013

RISPARMIANDO CON ORVED

Buongiorno amici e amiche, dopo la mia prima presentazione sull'azienda ORVED  qui, dove ve l' ho descritta con i suoi prodotti ed alcuni dei suoi usi, oggi, volevo dimostrarvi un ulteriore utilizzo che, con il passare dei giorni, trovo di grande aiuto in casa e di un innumerevole risparmio a livello economico; infatti molti cibi che prima buttavo via, in quanto andavano ad ammuffirsi, in pochi giorni, se non utilizzati, ora con il sottovuoto li recupero e li riutilizzo in secondo tempo... 


OGGI VEDIAMO IL SOTTOVUOTO PER GLI AFFETTATI ED I SALUMI....

Seguitemi:


  1. Preparate la vostra macchina ed il salame che volete mettere sottovuoto, nel mio caso ho utilizzato una soppressata che,  ogni anno facciamo in casa e che la sua conservazione deve essere fatta con scrupolo altrimenti all'interno si formano strati di muffa.   




  1. Mettetela nel sacchetto e sceglietelo in base alla grandezza del salame.



  1. Ora è pronto per essere messo sottovuoto nelle due procedure: poggiare il sacchetto e fare una lieve pressione.


  1. Ed ecco la mia soppressata pronta per essere conservata.



Secondo utilizzo, affettati seguitemi...

  1. Nel mio caso ho voluto conservare del prosciutto cotto che i bambini non avevano mangiato per cena.
  1. L'ho inserito nel sacchetto
  1. Ed ecco la mia macchina pronta all'uso


  1.  Ecco il mio prosciutto cotto sottovuoto e ben conservato per il prossimo riutilizzo..


Amiche ed amici vi aspetto alla prossima con me, il mio blog e la mia macchina ORVED.

VI LASCIO NUOVAMENTE I CONTATTI PER CHI VOGLIA INFORMAZIONI IN MERITO; IL PERSONALE è MOLTO GENTILE ED è A VOSTRA COMPLETA DISPOSIZIONE!!

CLICCA QUI 


lunedì 29 aprile 2013

Pizzelle di sciurilli

                                                     



Buongiorno a tutti/te amici e amiche, oggi, con l'arrivo della bella stagione, voglio proporvi una ricetta facile, gustosa e tipicamente Campana dove a farli da padrone sono due ingredienti importanti i "sciurilli"  cioè i fiori di zucca e il Pecorino Romano D.O.P Brunelli.


INGREDIENTI:
farina 150 gr. molino Ronci
1 bicchiere di acqua calda
1 cubetto di lievito 
1 pizzico di sale
1 uovo
una manciata di fiori di zucca (lavati)
Pecorino Romano Brunelli
Olio per friggere

PROCEDIMENTO:




  • Preparate i vostri fiori di zucca, lavateli e disponeteli in una terrina possibilmente grande;  




  • Sciogliete il cubetto di lievito ed aggiungetelo ai "sciurilli";




  • Grattugiate il pecorino ed aggiungetelo al preparato insieme al pizzico di sale;




  • Aggiungete la farina e l'uovo intero formando una pastella;


  • La pastella deve avere quest'aspetto; lasciatela in un posto a  crescere coperta con un canovaccio, sarà pronta quando sarà raddoppiata di dimensione; 


  • Nel frattempo preparate una padella alta con olio per frittura ed iniziate a friggere le vostre pizzelle; giratele di volta in volta e fate attenzione che risultino dorate da entrambi lati;


  • Scolatele su carta assorbente in modo tale che perdano l'olio in eccesso;


Ed eccole qui le mie "pizzelle di sciurilli" pronte per essere mangiate, servite calde ma non troppo!!


BUON APPETITO E ALLA PROSSIMA RICETTA CON Formaggi Brunelli



venerdì 26 aprile 2013

MOLINO PEILA DA SEMPRE NELLA NOSTRA DISPENSA

OSPITO CON MOLTO PIACERE!!!


         



storiaIl Molino Peila nasce nel 1900 da Domenico Peila per la produzione di farine di grano tenero,
negli anni  '60/'70 grazie ai suoi figli si ingrandisce e alla fine degli anni '80 viene convertito   alla macinazione di mais dai nipoti del fondatore che capirono che quelli sarebbero stati i successivi sviluppi in questo campo.
Il cuore dell'attività è il settore alimentare con la produzione di  semole per polenta tradizionale e istantanea, semole e spezzati per chips e snacks, gritz per cornflakes e birra, farine per biscotti, pasta, pasticceria e impanature, germe per la produzione di olio.
L'impianto di macinazione nel corso degli anni è stato progressivamente ampliato e dotato di macchinari ed apparecchiature di controllo sempre più sofisticate, tali da garantire un monitoraggio costante di tutti i parametri critici del ciclo.


I prodotti:
Linea oro, pratica confezione in cartone per una giusta conservazione dei prodotti.
Tradizionale, la linea di punta del molino con etichetta salva freschezza.
Fiorella, la classica polenta nella pratica confezione riconoscibile subito per i suoi colori.
Linea etichetta blu, una linea completa proveniente da agricoltura convenzionale.
Linea etichetta verde-biologica, prodotti provenienti da agricoltura biologica.
Specialità, per i palati più esigenti con mais giallo, bianco e grano saraceno.
Prodotti del grano, quelli indispensabili in ogni cucina per la preparazione delle nostre ricette.
Prodotti per uso industriali, prodotti finiti e semilavorati per l'industria alimentare, completa derivata da agricoltura convenzionale e biologica.


L'azienda mi ha omaggiato:


e nello specifico:

Farina di riso

Ottenuta dalla macinazione del riso bianco, contenuta in una confezione da 500 g., ideale per la preparazione di dolci, impanature, pasta fresca e minestre.








Impanafacile

Farina di mais tostata, ideale per l'impanatura, rende i fritti leggeri e garantisce un minore assorbimento dell'olio, naturalmente è un prodotto senza glutine.
Astuccio da 375 gr.








Cous Cous

Prodotto facile da cucinare  epronto in cinque minuti, ideale da accompagnare a verdure o carni.









Il prodotto che ho utilizzato subito è stato: Impanafacile,  seguitemi e vediamone l'utilizzo!!!

Cotolette a modo mio
Ingredienti:
2 fettine di vitello per cotolette,
2 uova,
1 pizzico di sale,
1 cucchiaio di formaggio,
olio per friggere
Impanafacile Molino Peila

A lavoro....

  • Rompete due uova a cui aggiungerete sale e formaggio grattugiato.


  • Adagiatevi le vostre fettine di carne e fatele insaporire.



  • Nel frattempo, in un altro piatto, preparate il vostro  impanafacile.




  • Iniziate ad impanare le vostre cotolette facendo attenzione di coprirle in modo uniforme.




  • Preparate una padella alta e fate riscaldare l'olio, cuocete le vostre cotolette; la cottura interna della carne è pronta quando l'aspetto delle stesse è al quanto dorato.


  • Appena sarà cotta scolatela e fate assorbire l'olio su carta da cucina.



  • Servite calda accompagnata da patatine fritte oppure una bella insalata fresca di stagione!
Impanatura perfetta e buon appetito!!! 

Se non trovi questi prodotti dal tuo negoziante di fiducia oggi.....

MOLINO PEILA  SpA ha deciso di affidarsi agli esperti del commercio elettronico e commercializzare i propri prodotti grazie a TUTTOSTORE.COM, che cura la vendita online e la logistica per garantirvi ordini semplici e consegne rapide in tutta Italia.
Collegatevi all'interno del negozio on-line e acquistate i nostri prodotti in tutta sicurezza. Raggiungete la  vetrina online cliccando qui.















Vi aspetto alla prossima ricetta con Molino Peila, ringrazio l'azienda per la gentile collaborazione!!



lunedì 22 aprile 2013

CASCINA BELVEDERE A CIASCUNO IL SUO RISO

OSPITO CON MOLTO PIACERE


                                       




La Cascina Belvedere nasce nel 1935 quando Benedetto Picco la prende in gestione e, come avviene da generazioni, trasmette tutta la sua arte e passione al primogenito Eusebio, da quel momento inizia un nuovo capitolo della storia di questa famiglia; l'attività e lo sviluppo di quest'azienda avviene in tempi brevi è il principale obiettivo è la qualità dei prodotti! Alla produzione classica, affiancano quella del seme, riconosciuto, appunto, per la sua qualità e purezza.  Alla fine del secolo scorso Gianluca e Massimo Picco, figli di Benedetto, decidono di  vendere il riso cresciuto in azienda al pubblico, senza passare dall’ industria risiera,  ma dando al consumatore un prodotto puro che arriva direttamente dai campi, con un totale controllo di tutta la filiera risicola. Nasce così la marca Cascina Belvedere, sinonimo di qualità e genuinità, da allora viene usato un metodo di coltivazione che rispetta la terra, gli animali, l’aria e l’acqua, con l’intento di offrire prodotti genuini ma soprattutto gustosi.

                              

Il riso in Cascina viene coltivato, trasformato, e impacchettato:
  • Essicazione: Dopo la raccolta, il riso viene trasferito nell’essicatoio, per rimuovere l’umidità  e  prepararlo alla lavorazione;
  • Stoccaggio: Il riso viene immagazzinato in silos di stoccaggio, senza utilizzare nessun conservante né antiparassitario. Il prodotto viene conservato in ambiente refrigerato con temperature al di sotto di 8°C, per evitare l’insorgere di possibili infestazioni naturali.
  • Confezionamento: Per mantenere inalterate le caratteristiche del riso fino in tavola, il confezionamento avviene sempre sottovuoto o in atmosfera protettiva.

I PRODOTTI:
  • Riso carnaroli
  • Riso baldo
  • Riso arborio
  • Riso originario
  • Riso ribe integrale
  • Riso ribe
  • Riso ribe parboiled
  • Riso nerone
  • Riso rosso selvaggio
  • Riso vialone nano
  • Riso aromatico essenza
Risotti biologici
  • Risotto ai funghi porcini
  •                    agli asparagi
  •                         ai carciofi
  •                       ai peperoni
  •                          alla zucca
  •                        alle ortiche
  •                   patate  e porri
  •                             ai piselli
  •                          al salmone
  •           pomodoro e basilico
  •        zucchine e gamberetti
  •                    alle melanzane
  •                        alle verdure

  • La zuppa della nonna
  •                  minestrone
  •                     boscaiola
  •                     contadina
  •          rustica biologica

  • Risotto ai funghi porcini
  •                         ai carciofi
  •                    agli asparagi
  •                       ai peperoni
  •                          alla zucca
  •                        alle ortiche
  •                    porri e patate
  •                         al salmone
  •                             ai piselli
  •                            al limone       
  •                            milanese
  •                            al tartufo

L'azienda mi ha omaggiato:






Il primo riso che ho voluto provare fra questi è stato:


 Riso carnaroli: I chicchi del Riso Carnaroli sono i più ricchi di amilosio, che contribuisce a rendere il chicco consistente,  per questo motivo  un'ottima tenuta di cottura. Diventa così un riso eccellente, particolarmente apprezzato dai grandi chef ed é indicato per risotti e piatti pregiati. I suoi chicchi rimangono perfetti e ben sgranati.
Proprio per queste caratteristiche ho deciso di preparare......

RISO PATATE E VERZA:
Ingredienti per 4 persone:
300gr. di riso carnaroli Cascina Belvedere
2 patate di media grandezza;
1 mestolo di passato di pomodoro;
1 gambo di sedano;
mezza cipolla;
olio extra vergine di oliva;
sale q.b.;
1 verza;
Seguitemi:
  • Preparate un brodo con patate, sedano, pomodoro, cipolla, sale ed olio.
 


  • Lavate e tagliate la vostra verza e mettetela a mollo, in acqua bollente,  per alcuni minuti, per garantirle una migliore cottura insieme al vostro riso.






  • Nel frattempo che la verza si scotti, mettete a mollo il vostro riso in un altro contenitore. 




  • A questo punto aggiungete il riso e la vostra verza scottata al brodo precedentemente preparato e fate mantecare il tutto, fino a che il riso non assorba tutto il brodo.
 




Ed ecco il mio risotto patate  e verza pronto da mangiare e come sempre Buon Appetito!!!



Contatti:
Agricola Belvedere s.a.c.
C.na Belvedere 13041
Bianzé (VC)
Tel. 0039/0161 49895
Fax 0039/0161 49895

Ringrazio l'azienda per la gentile collaborazione e vi aspetto alla prossima nel mio blog con nuove ricette in compagnia della.......